“Non ci pagano la quattordicesima e dicono che dal prossimo mese non hanno più i soldi per pagarci gli stipendi“. Sono tanti e arrabbiati i metalmeccanici dell’Ilva di Genova che oggi sono scesi per strada. Gli operai dalle 9 di questa mattina hanno bloccato il traffico con un lungo corteo di mezzi pesanti che partito dallo stabilimento si è mosso in direzione delle prefettura. “Oggi il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti – dice Bruno Manganaro, segretario cittadino della Fiom Cgil – doveva venire a Genova ma, come si dice in fabbrica, si è dato malato. Ha avuto paura di confrontarsi con gli operai”. Il gruppo Ilva è in mano a un commissario governativo che sta facendo partire le procedure per il fallimento “questo vuol dire che ci venderanno – spiega un metalmeccanico – ci saranno esuberi, licenziamenti e meno diritti”  di Cosimo Caridi