“È uguale, è simile, un figlio sfuggito di mio nonno. Dato che ho fatto la legge sui figli naturali, abbiamo messo in regola pure lui”. A dirlo ai microfoni de La Zanzara (Radio24) è la parlamentare europea di Forza Italia, Alessandra Mussolini, che in merito alla leggenda che riguarda Bruno Vespa e la sua parentela con Benito Mussolini non lascia così più dubbi. Poi la politica con il discorso di Matteo Renzi al Parlamento Europeo per la presidenza italiana. Breve, qualche volo pindarico infiocchettato da spot di cultura ellenica e latina e un incitamento per riportare fiducia nelle istituzioni europee, perché, dice, se oggi l’Europa dovesse farsi un selfie, uscirebbe stanca, rassegnata con il volto della noia. Ed è subito scontro con il tedesco Weber (Ppe): “Nessuna differenza tra paesi grandi e piccoli”. Ci vediamo ‘In edicola’: ogni sera le anticipazioni su ilfattoquotidiano.it (riprese e montaggio Samuele Orini e Paolo Dimalio, elaborazione grafica Pierpaolo Balani). Tutte le offerte di abbonamento al Fatto Quotidiano