Non si fermano le polemiche sulla maxi squalifica assegnata a Suarez dopo il morso a Chiellini. A farsi portavoce del malcontento uruguayano è ancora una volta il presidente José Mujica: “La Fifa? Una banda di vecchi figli di puttana“. Non va per il sottile il presidente dell’Uruguay, ancora infuriato per la squalifica inflitta a Luis Suarez dopo il morso rifilato a Giorgio Chiellini nel finale di Italia-Uruguay. Alle nove giornate di squalifica con la nazionale, si aggiunge un’interdizione di quattro mesi da tutte le attività legate al calcio. L’Uruguay, senza la sua stella, è stato battuto 2-0 dalla Colombia negli ottavi.

“La Fifa è una banda di vecchi figli di puttana – ha detto l’ex guerrigliero Tupamaros in un’intervista alla tv pubblica -. E’ giusto che puniscano, ma non che infliggano sanzioni fasciste“. Non è la prima esternazione sul Mondiale del presidente uruguaiano, che già subito dopo la partita con l’Italia aveva definito “esperti provocatori” i giocatori azzurri.