Servizio d’ordine imponente e città francesi blindate. E non per la partita della nazionale francese contro la Nigeria, bensì per l’altro ottavo di finale odierno, quello che vedrà opposte la Germania all’Algeria. Dopo i disordini scoppiati la scorsa settimana in molte città durante i festeggiamenti per la storica qualificazione delle ‘volpi del deserto’ agli ottavi di finale dei Mondiali, infatti, la polizia transalpina rafforzerà le misure di sicurezza nelle zone urbane a maggior presenza di algerini.

A Parigi, scrivono i giornali francesi, poliziotti in tenuta anti sommossa presidieranno i quartieri di Barbe’s e Belleville, a nordest ed est della città, come in occasione delle grandi manifestazioni di piazza. Stesse misure a Lione, dove 500 tra poliziotti e militari pattuglieranno le zone a maggior rischio. Uno schieramento di dimensioni che, nelle parole del direttore della pubblica sicurezza Albert Doutre, “non erano più state disposte dopo i disordini del 2010”.

A Marsiglia, il sindaco Jean Paul Gaudin ha scritto al prefetto chiedendo “tutte le disposizioni necessarie” per evitare che si ripetano i disordini della scorsa settimana, che, a suo dire, hanno creato “danni e un profondo trauma nei marsigliesi”.