I padroni di casa sono avvisati: la Colombia non farà sconti. E non si farà intimorire dal muro verdeoro che sostiene la Selecao. Perché Cuadrado e compagni hanno tutto per sgambettare i favoriti: gioventù, ritmo, sfrontatezza, velocità e tanta, tanta classe. Ieri la squadra di Pekerman ha battuto 2-0 l’Uruguay al Maracanà con una doppietta di James Rodriguez, capocannoniere del torneo con 5 reti. Davvero straordinario il primo gol del numero 10 dei ‘Cafeteros’, entrato di diritto tra i giocatori più forti del campionato iridato. La Colombia tornerà ora in campo contro il Brasile il 4 luglio alle 22 allo stadio Castelao di Fortaleza per il suo primo quarto di finale in un Mondiale.

Con Suarez squalificato per il morso a Chiellini, Tabarez si affida in avanti a Forlan, inserito al fianco di Cavani. Attacco pesante per la Colombia di Pekerman con James Rodriguez e Cuadrado sulle fasce dietro a Jackson Martinez e Teofilo Gutierrez. Gara piuttosto nervosa nei primi minuti con l’Uruguay che si chiude bene e la Colombia che prova a fare gioco. Alla prima occasione, però, i Cafeteros passano in vantaggio con un gol capolavoro di James Rodriguez al 28′. Il centrocampista del Monaco si inventa un sinistro al volo dai 25 metri col pallone che colpisce la traversa e si infila in rete. L’Uruguay del primo tempo è tutto in una punizione alta calciata da Cavani. Si va così negli spogliatoi sullo 0-0.

Inizia la ripresa e la musica non cambia: passano cinque minuti e la Colombia raddoppia. Splendido cross dalla sinistra di Armero per la testa di Cuadrado che mette in mezzo una sfera sulla quale si avventa il solito James Rodriguez che di destro la mette dentro a porta vuota. L’Uruguay si vede al 64′ con un gran sinistro di Cristian Rodriguez respinto ottimamente da Ospina. Il portiere della Colombia è il grande protagonista del finale di gara con un’uscita su Maxi Pereira al 79′ e con una grande parata su Cavani all’85’. La Colombia lancia così un messaggio al Brasile, prossimo avversario ai quarti. Per l’Uruguay il Mondiale si chiude qui.