“L’hanno menata proprio. È stata una scena brutta”. Al liceo ” Bernardino Telesio” di Cosenza non si parla d’altro da giorni, da quando la vicepreside Rosanna Gallucci è stata picchiata selvaggiamente dai genitori di un’alunna che è stata bocciata. “È stata colpita al collo e le hanno strappato i capelli”, racconta una sua collega sottolineando che il referto medico parla di traumi e ferite giudicati guaribili in 25 giorni. Entrambi i genitori devono rispondere di aggressione, lesioni personali e violenza a pubblico ufficiale. “Se un ragazzo non lavora – aggiunge una professoressa – non possiamo dire il contrario per fare piacere alle famiglie”. Gli studenti del liceo si sono schierati con la vicepreside aggredita esprimendole solidarietà, “da sempre distintasi – è scritto in una lettera – per l’impegno e la dedizione profusi per la nostra scuola, la nostra formazione e la nostra crescita”. E nel quartiere, al centro di Cosenza, anche i cittadini condannano il gesto: “La colpa è dei genitori. – dice una donna – Durante l’anno si sono mai informati sull’andamento scolastico della figlia? Avrebbero dovuto picchiare prima la figlia della vicepreside”  di Lucio Musolino