Jerome Valcke, segretario generale della Fifa, non è per nulla tenero con Luis Suarez, attaccante dell’Uruguay squalificato per 9 gare con la sua nazionale e costretto a stare senza calcio per 4 mesi dopo il morso a Giorgio Chiellini. “Ho un messaggio personale per Suarez? E ‘difficile dire qualcosa senza essere criticato ma lui deve trovare un modo per fermarsi, segua un trattamento per non farlo più”, ha detto il numero due della Fifa.

Valcke ha sottolineato che “quanto ha fatto Suarez è inaccettabile. La decisione è stata presa in base alle prove televisive, situazione che fa parte delle nostre regole. Abbiamo giudicato una cosa andata al di là
del calcio e di una partita, e che non si dovrebbe mai vedere e tanto meno in un Mondiale, dove bisognerebbe mostrare, a livello di comportamenti, la parte migliore di se stessi”.

Il segretario della Fifa sostiene che i calciatori devono dare un buon esempio e a tal proposito ha detto: “La punizione che gli abbiamo dato non è affatto eccessiva: in tv milioni di persone hanno visto ciò che ha fatto. Il Liverpool reclama? Non è una punizione per il club, ma per il calciatore, e ripeto che Suarez dovrebbe sottoporsi a un trattamento: non è con una sanzione che tutto questo finisce, visto che non è la prima volta che fa una cosa del genere e che già era stato punito per questo”.