La proposta di introdurre le immunità parlamentari anche per il “nuovo” Senato non elettivo ha riempito le cronache e suscitato polemiche nel mondo politico, anche tra le fila della maggioranza di governo. In attesa che la questione trovi la sua definizione, siamo andati in strada a sondare sul tema l’opinione dei cittadini. Il parere largamente prevalente, com’era prevedibile, è di netta contrarietà. C’è chi le rietiene ingiuste visto che i senatori del futuro, se la riforma passerà, non saranno eletti dal popolo. C’è chi vorrebbe abolire le immunità sopravvissute alla riforma del 1993 anche per i deputati. Cè chi vorrebbe limitare la tutela del parlamentare ai reati di opinione. Ma si trova anche chi dissente, ricordando che il principio di salvaguardia della funzione parlamentare dalle possibili ingerenze del sistema giudiziario in sé è sano, e semmai va rimessa al centro dell’attenzione la questione morale nel criterio di selezione della classe politica. E voi cosa ne pensate? Dite la vostra nei commenti e votando la risposta che vi convince di più  di Piero Ricca, riprese Ricky Farina