Il Brasile conquista gli ottavi affossando per 4-1 il Camerun già eliminato nella terza e ultima giornata della prima fase e stacca il pass per la seconda fase come prima del girone A in virtù della differenza reti favorevole nei confronti del Messico. Protagonista ovviamente Neymar, autore di una doppietta, poi gol di Fred e Fernandinho nella ripresa; di Matip il momentaneo 1-1 dei Leoni. Sabato alle 18 a Belo Horizonte la squadra di Scolari se la vedrà col Cile.

A Brasilia nel primo tempo la Seleçao parte forte schiacciando il Camerun nella propria trequarti e già al 3′ sfiora il vantaggio quando Luiz Gustavo calcia a botta sicura da centro area ma N’Koulou ci mette il corpo e respinge. I Leoni non ci stanno e replicano con Aboubakar e un cross basso di Choupo-Moting ma al 17′ arriva l’1-0 del Brasile firmato da Neymar. Luiz Gustavo ruba palla in pressing, poi mette palla rasoterra nel mezzo e l’asso del Barcellona batte Itandje di prima intenzione con il tocco di interno destro. Il Camerun risponde subito perchè al 25′ Thiago Silva rischia l’autogol colpendo la traversa e dal corner successivo nasce l’1-1 di Matip che insacca a porta vuota su centro basso di Nyom. Il pari dura 9 minuti percè al 35′ ancora Neymar riporta avanti la Seleçao con un chirurgico destro ad incrociare da appena dentro l’area che spiazza Itandje.

Nella ripresa il Brasile riparte subito fortissimo, Itandje salva sulla punizione tagliata di Neymar ma al 49′ non può nulla su Fred che, in posizione dubbia, insacca di testa a porta vuota sul cross da sinistra di David Luiz sugli sviluppi di un angolo. Il Camerun si scioglie e nemmeno la girandola dei cambi, che comprende anche l’uscita di Neymar, cambia la situazione. Nel finale il Brasile aumenta il proprio bottino e blinda il primo posto col 4-1 di Fernandinho all’84’: il mediano del City ruba palla in pressing alto, poi Fred e Oscar lo liberano davanti al portiere e lui anticipa Itandje insaccando di punta.

Il Brasile di Scolari vince e convince, risponde agli scettici e ora dovrà confermare questa crescita sabato alle 18 a Belo Horizonte, nella sfida degli ottavi di finale contro il Cile di Jorge Sampaoli, secondo nel girone B. Già nel 2010 in Sudafrica la Seleçao trovò la Roja negli ottavi e vinse 3-0.