Giorgio Chiellini non ha dubbi: se l’Italia ha perso con l’Uruguay la colpa è dell’arbitro. “E’ una vergogna – dice il difensore azzurro ai microfoni di Sky -. La partita è stata decisa dall’arbitro. Noi ci assumiamo le responsabilità per quello fatto in campo, ma oggi se c’era una squadra che doveva passare eravamo noi. L’espulsione di Marchisio e la mancata espulsione di Suarez decidono le partite. Ma già nel primo tempo c’erano state tante situazioni in cui c’era stato un trattamento diverso. Finché siamo rimasti in undici loro non erano assolutamente pericolosi e stavamo gestendo la partita tranquillamente cercando di ripartire, di andare a far male in alcune situazioni”.

Chiellini è durissimo nei confronti di Suarez: “Mi ha morsicato, c’era anche il segno. L’ha visto anche l’arbitro all’inizio ma chiaramente poi bisogna avere anche coraggio di prendere certe decisioni. Suarez non mi ha chiesto scusa, fa il furbo e la Fifa glielo permette perché hanno bisogno di far giocare i campioni. Vedremo se avranno il coraggio di applicare la prova tv per un episodio netto”.

Secondo Chiellini, nonostante l’enorme delusione, è giusto che l’Italia riparta da Prandelli: “Secondo me sì, però a caldo è normale che i commenti siano questi. Adesso non è il momento di prendere decisioni e di pensare al futuro, ma bisogna sbollire la rabbia che è tanta”.