Quattro gol in tre partite: l’attacco del Brasile è Neymar. Ma l’asso del Barcellona ci tiene a dividere i meriti con gli altri compagni. Il Brasile ha centrato il primo posto nel girone A e la qualificazione agli ottavi di finale superando 4-1 il Camerun con la doppietta di Neymar, stella assoluta della squadra di Scolari. L’asso del Barcellona però vola basso e dice: “Se non mi sbaglio è stata la nostra migliore partita, ed è giusto farci i complimenti a vicenda. In campo ho la responsabilità di aiutare i miei compagni creando delle giocate. E anche di segnare gol, come mi è riuscito per due volte contro il Camerun. Sono felice”.

Il gioiello paulista ci tiene a dividere i meriti con i propri compagni: “Adesso non parlate solo di me, perchè in questa Seleçao sono importanti tutti. Ci siamo dati molto da fare per meritare questa vittoria e ora questo risultato ci dà molta fiducia in vista della sfida di sabato contro il Cile”.

Molto felice anche il ct Scolari, che dimentica le critiche delle prime due gare e dice: “Siamo vicini al livello ideale ed è importante arrivarci nel momento in cui cominciano gli scontri ad eliminazione diretta. Nella fase a gironi puoi permetterti qualche errore. D’ora in avanti no”. Ora c’è il Cile, un avversario temibile secondo Felipao: “Ho affrontato due volte il Cile e so che non sarà facile anche se qualcuno non la pensa così. Loro hanno qualità, se avessi potuto scegliere il prossimo avversario avrei preferito un’altra squadra. E’ una formazione sudamericana. Qualità e organizzazione: tutto quello che il Cile ha”.