L’Olanda chiude in testa con punteggio pieno il gruppo B, grazie al 2-0 rifilato dalla squadra di Van Gaal al Cile di Sampaoli. E’ questo il primo verdetto delle terza giornata che chiude la prima fase a gironi. All’Arena Corinthians di San Paolo decidono le reti di Fer e Depay, quest’ultimo già decisivo contro l’Australia. Oranje che con tutta probabilità eviteranno il Brasile agli ottavi, mentre la Roja chiude seconda davanti alle macerie della Spagna.

Nonostante quello che dica il risultato finale, il secondo incontro assoluto fra queste due Nazionali è molto più equilibrato: primo tempo dove succede pochissimo, con il Cile che riesce ad imporre maggiormente il suo gioco e l’Olanda che si aggrappa ad Arjen Robben. L’attaccante del Bayern crea l’unica occasione pericolosa per la squadra di Van Gaal, partendo al 40′ dalla propria metà campo e chiudendo troppo l’angolo del suo diagonale mancino, tre minuti dopo Gutierrez di testa sfiora il vantaggio cileno su punizione messa in mezzo da Diaz. Decisamente più corposa la ripresa: l’uomo più pericoloso della Roja è sempre Alexis Sanchez. Al 63′ l’ex Udinese si beve Blind e viene messo giù in area da Cillessen, che sbaglia il tempo dell’uscita, ma il direttore di gara Gassama non concede un rigore sacrosanto.

Al 66′ il “Niño Maravilla” fa fuori Wijnaldum con un tunnel, entra in area e calcia sul primo palo, trovando i pugni dell’estremo difensore olandese. Lo 0-0 premierebbe l’Olanda, ma Van Gaal non si accontenta: fuori Sneijder e Lens, malissimo entrambi, dentro Fer e Depay, e come contro l’Australia i vice campioni del mondo in carica cambiano passo. Al 77′ è proprio Fer, in campo da un minuto, a timbrare di testa la rete del vantaggio su assist di Janmaat: il Cile si butta i avanti nel tentativo di recuperare la rete del centrocampista del Norwich, ma in pieno recupero subisce il contropiede del 2-0. De Jong mette in moto Robben, che arriva sul fondo, alza la testa e trova la deviazione sottomisura di Depay. Seconda rete al Mondiale per il gioiellino del Psv. L’Olanda evita così, salvo cataclismi, il rischio Brasile agli ottavi, chiudendo con 9 punti il girone, mentre il Cile, seconda classificata con 6 punti, scenderà in campo contro la vincente del Gruppo A il prossimo 28 giugno, a Belo Horizonte.