Gli azzurri perdendo contro la Costa Rica si complicano il cammino che porta dritto agli ottavi. Il destino della nazionale di Prandelli si compirà nella terza e ultima partita del girone D, quella di martedì 24 giugno a Natal contro l’Uruguay di Suarez e Cavani (calcio d’inizio alle 18). Per qualificarsi agli ottavi di finale, l’Italia ha a disposizione due risultati su tre: il pareggio e la vittoria. In caso di sconfitta il Mondiale sarebbe già finito.

In caso di pareggio contro l’Uruguay la squadra di Prandelli passerebbe il turno come seconda classificata del girone D dietro alla Costa Rica, che nella terza giornata se la vedrà contro la già eliminata Inghilterra. Gli azzurri e la squadra di Tabarez salirebbero entrambe a quota 4 punti, ma a premiare l’Italia sarebbe la differenza reti (zero, rispetto al -1 dei sudamericani).

In caso di vittoria contro l’Uruguay, per l’Italia potrebbe addirittura aprirsi un piccolo spiraglio per qualificarsi agli ottavi come prima classificata del Girone D. Servirebbe una vittoria netta degli azzurri (magari con due gol di scarto) e una sconfitta altrettanto netta della Costa Rica contro gli inglesi. Ad esempio: ItaliaUruguay 2-0 e Costa Rica-Inghilterra 02. In quel caso a premiare gli azzurri, che aggancerebbero i Ticos al comando del gruppo a quota 6 punti, sarebbe la differenza reti che al momento premia naturalmente i centramericani (+3) rispetto all’Italia (0).