Con una goleada la Francia di Deschamps lancia un segnale importante a tutte le rivali. La nazionale transalpina annienta 5-2 la Svizzera grazie alle reti di Giroud, Matuidi, Valbuena, Sissoko e Benzema. Per gli elvetici gol della consolazione di Dzemaili e Xhaka. Benzema si fa parare il rigore del possibile 3-0 da Benaglio. E’ festa grande per la Francia che con questo largo successo ipotecano il primo posto nel girone E con 6 punti. Per la Svizzera, ferma a quota 3, è una durissima battuta d’arresto.

Deschamps lascia in panchina Pogba inserendo in mediana Sissoko. Dopo appena 17 minuti la Francia va in vantaggio con una poderosa incornata di Giroud sull’angolo di Valbuena. Passano 60 secondi e arriva il raddoppio: Behrami perde palla in mezzo al campo, serve Matuidi che di sinistro non sbaglia. La Svizzera prova a svegliarsi al 30′ con Shaqiri che conclude di prima intenzione dopo la respinta di Lloris sul tiro di Mehmedi: palla a lato. Al minuto 31 Djourou stende Benzema in arae, per Kuipers è rigore ma lo stesso attaccante del Real Madrid si lascia ipnotizzare da Benaglio. Il 3-0 arriva però al 40′ quando Valbuena, su cross di Giroud, mette in rete a porta vuota.

Nella ripresa non accade nulla fino al 67′ quando Benzema si fa perdonare siglando il 4-0 con una semi rovesciata volante su delizioso passante del neo-entrato Pogba. La Francia non si ferma e al 73′ arriva la quinta rete: sempre Benzema serve Sissoko che di destro infila la palla sul secondo palo. A risultato acquisito, i Galletti si rilassano e la Svizzera trova le due reti con una punizione dalla distanza di Dzemaili e con Xhaka che buca Lloris con un sinistro al volo. Momento curioso sul triplice fischio di Kuipers: Benzema trova una splendida rete con un destro al volo ma ormai a gioco fermo.

Lo speciale mondiali de ilfattoquotidiano.it