Manca solo la firma sul contratto. Ma ormai dovrebbe trattarsi di una pura formalità. Zdenek Zeman è il nuovo allenatore del Cagliari. Inizia con un colpo ad effetto, quindi, la nuova era dei sardi, da un paio di settimane passati nelle mani di Giulini dopo il lungo regno di Massimo Cellino, a sua volta diventato numero uno degli inglesi del Leeds. Secondo quanto riportato dall’edizione online de La Gazzetta dello Sport, il tecnico boemo, quindi, torna in Serie A dopo un anno e mezzo e, soprattutto, dopo la sua seconda avventura alla guida della Roma, chiusasi malamente il 2 febbraio 2013 a seguito di una serie di risultati deludenti nonostante le speranze della società e della piazza giallorossa.

Il nome di Zeman, oltretutto, era finito da tempo sul taccuino dei dirigenti di Bologna e Pescara. Ma se con gli abruzzesi (dove il boemo ha conquistato la Serie A nella stagione 2011-2012 con Immobile e Insigne in attacco) la trattativa non era mai decollata, molto diverso il discorso per quanto riguarda la corte degli emiliani, che sono stati molto vicini dal tesserarlo. Sarà stata la diversa stabilità delle condizioni societarie (Bologna deve risorgere dopo la retrocessione in B, ma sulla solidità del club ci sono molti dubbi), sarà stato il fascino di una piazza come Cagliari, sarà stata la voglia di misurarsi nuovamente con il campionato italiano di massima serie, fatto sta che Zdenek Zeman ha accettato la corte di Giulini. Nei prossimi giorni la firma sul contratto e le ultime pratiche burocratiche. Poi la nuova, ennesima vita calcistica di Zeman potrà iniziare ufficialmente.