“L’incontro tra il Pd e il M5s sulla legge elettorale sarà una farsa, tutta tattica”. Così Alessandro Sallusti, direttore de Il Giornale, commenta l’apertura di Grillo verso il premier Matteo Renzi, a margine della presentazione del libro ‘Risorgimento Fiorentino’ di Fabrizio Rizzi, alla Feltrinelli di Galleria Alberto Sordi a Roma. “Renzi ci va per pura formalità e per far tacere i suoi pro grillini, a Grillo serve per risollevare il morale della truppa, ma non porterà a nulla” è la sua analisi. “Tra l’altro la proposta 5 stelle è troppo bizzarra” aggiunge il direttore de Il Giornale.”Al premier interessa l’elettorato di Berlusconi non quello di Grillo, vuole il voto dei moderati” sottolinea Sallusti. Poi il direttore interviene anche sul caso Gambirasio e le polemiche tra procura e il ministro dell’Interno Angelino Alfano che ha rivelato la notizia ai media, il giudizio di Sallusti è netto : “Serve il Dna per Alfano, capire se ha le caratteristiche da leader, perché mettere a rischio per puro egocentrismo e manie di protagonismo un’indagine così delicata è davvero imbarazzante”. “C’è stato uno scambio nelle culle, Renzi è il vero figlio di Berlusconi e Alfano quello di Bersani, chissà se un giorno lo stadio naturale delle cose verrà ristabilito” chiosa con sarcasmo  di Irene Buscemi