Dopo l’apertura di Grillo al governo sulla legge elettorale, per Dario Fo “è tutto ancora da vedere: bisogna capire se ci sarà un incontro e se sarà attivo e positivo”. Il premio Nobel per la letteratura dice di auspicarsi “un dialogo e interessi chiari, senza parlarsi dietro le quinte e magari con altri, vecchi personaggi che non hanno nulla a che vedere con un’idea nuova del nostro futuro”  di Irene Buscemi