E’ commosso Dario Fo per il suo ritorno in Rai. Il 22 giugno in prima serata su Rai1 andrà in onda il suo ‘Francesco, Lu santo jullare’. “Qualche anno fa mi avrebbero collocato in seconda o tarda serata, è davvero una novità, un segnale forte di cambiamento e autonomia editoriale, speriamo si vada avanti in questa direzione e non sia un unico episodio” afferma il Nobel per la letteratura nella conferenza stampa a Roma. La piece sarà un racconto, senza mistificazioni e false verità, su Francesco d’Assisi. Fo metterà in scena un lungo lavoro di ricerca fatto sui testi, smonterà molte delle credenze popolari. “Francesco non c’entra nulla con l’icona di buono e mite, era coraggioso, quasi ribelle nello sfidare il papa” racconta il maestro. “Ho tratto molta ispirazione da Papa Bergoglio, un uomo straordinario che sfida anche lui le elite del potere” afferma ancora Fo. Uno spettacolo senza censure, eseguito con la massima libertà. In passato i rapporti con la Rai erano sempre stati tesi. “Ci furono addirittura dei problemi per la messa in onda di uno spettacolo su Giotto e i quadri della basilica di Assisi, dipinti attribuiti all’artista, ma in realtà firmati da un altro autore – racconta il figlio, Jacopo Fo – davvero le cose sembrano cambiate”  di Irene Buscemi