I quasi 500mila studenti che stamattina hanno affrontato la prima prova della maturità si sono confrontati con il testo di Salvatore Quasimodo “Ride la gazza, nera sugli aranci”. Dopo 12 anni il poeta è tornato protagonista dell’esame di Stato smentendo tutte le voci del tototema dei giorni scorsi. Soddisfatta della scelta Valeria Della Valle, professoressa di Linguistica alla Sapienza di Roma: “Una bella scelta, è un autore un po’ dimenticato e questo esame lo potrebbe riportare alla ribalta. Poi si tratta di un testo, da un punto di vista linguistico, senza particolari difficoltà. Forse è più difficile il messaggio che il poeta vuole mandare”  di Chiara Carbone