Non c’è molta voglia di parlare tra Mapello e Brembate (Bergamo), nei luoghi frequentati dal presunto assassino di Yara Gambirasio. Quando si chiede di Massimo Giuseppe Bossetti è difficile trovare una risposta: “Non lo conoscevo”, “Abito in un altro paese” le risposte più frequenti. Pochi quelli che si lasciano andare: “C’è tanta amarezza, è stata una notizia terribile per tutti, alla fine questi sono piccoli paesi e ci conosciamo tutti”. Nessuno sapeva invece dell’intricata vicenda familiare di Bossetti, figlio biologico di Giuseppe Guerinoni, l’autista deceduto da anni che concepì Massimo Giuseppe e la sorella gemella durante una relazione clandestina con Ester Arzufi. Un fatto che tra Gorno e Ponte Nossa (i luoghi di origine di Guerinoni) qualcuno conosceva, si tratta di Vincenzo Bigoni, che però si nega ai cronisti facendo rispondere la moglie: “Mi avete rotto quello che non ho”  di Alessandro Madron e Alessandro Bartolini