“Rispetto alla questione Expo, ci sono alcuni personaggi che tornano dalla Prima Repubblica dà l’impressione del passato che vuole afferrare il futuro”. Così il ministro delle Politiche Agricole (con delega all’Expo), Maurizio Martina intervistato da ilfattoquotidiano.it presso l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (Cuneo), l’ateneo nato da un’idea del fondatore di Slow Food Carlo Petrini. Per il ministro ora “non si deve più abbassare la guardia rispetto a quello che è successo”. “Il governo – ha concluso Martina – si è impegnato per capire come incidere con provvedimenti utili che vadano in profondità. Abbiamo alzato il livello preventivo dei riscontri sugli appalti”  di Cosimo Caridi