Nel giorno del rientro in Italia dell’ex senatore di Forza Italia Marcello Dell’Utri condannato a sette anni per associazione mafiosa, un gruppo di attivisti di Change.org e l’imprenditore palermitano Pietro Franzetti, che ha denunciato il pizzo, contestano davanti Montecitorio, “il paradosso dello Stato”. “I politici condannati per mafia continuano a percepire il vitalizio, nel caso di Dell’Utri si parla di 4400 euro al mese, mentre chi ha denunciato il racket viene abbandonato”, spiega. “Abbiamo presentato emendamenti per abolire il vitalizio – argomenta il deputato 5 Stelle Riccardo Nuti – che sono stati bocciati da Pd e Forza Italia. Adesso i Democratici ammettano lo sbaglio e appoggino la nostra proposta”   di Annalisa Ausilio