Il giocatore più atteso del mondiale non ha tradito. Esordio, doppietta e vittoria finale, oltre alla capacità di caricarsi la responsabilità della squadra sulle sue spalle, seppur giovani. E’ subito Neymar. Il fuoriclasse del Brasile, forse il più atteso del Mondiale appena iniziato, si è reso immediatamente protagonista nel match che ha spianato la strada ai verdeoro per il sofferto 3-1 sulla Croazia: “Speravo nella vittoria – le parole del giocatore al termine dell’esordio nel Girone A -, la doppietta mi regala grande felicità. E’ stato un debutto anche migliore di quanto sperassi“.

Oltre a Neymar anche altri elementi del Brasile si sono fermati ai microfoni nel dopo partita. Oscar ha siglato la rete del 3-1 ma non è sembrato particolarmente soddisfatto della prova dei suoi: “Sono felice, anche per il mio gol ma soprattutto per la vittoria. Ma in fase difensiva dovremo stare molto più attenti”. E a proposito di fase difensiva anche Marcelo, colpevole dell’autorete che ha aperto i Mondiali, ha voluto dire la sua: “Il sostegno dei miei compagni dopo l’autogol mi ha fatto molto piacere. Ero tranquillo, sapevo che se mi fossi lasciato andare sarei stato ancora più dannoso per la squadra”.