Nel corso dell’interrogatorio davanti ai magistrati di Reggio Calabria che lo hanno arrestato, l’ex ministro dell’Interno Claudio Scajola ha spiegato come “è stato scaricato da Forza Italia” che non l’ha poi candidato alle Europee 2014. L’interrogatorio, fino al momento secretato, è stato depositato dai pm al Tribunale del Riesame che proprio oggi dovrà valutare la richiesta di scarcerazione presentata dagli avvocati di “Sciaboletta”. Finito nel carcere di Rebibbia (Roma) per aver aiutato l’ex parlamentare di Forza Italia Amedeo Matacena, latitante a Dubai, Scajola si sfoga rivela: “Sulla vicenda della casa (con vista al Colosseo) io sono politicamente morto. A Berlusconi chiesi la candidatura alle Europee. Mi disse di si, ma non sono stato inserito in lista”  di Lucio Musolino