“Ma come ci sono i franchi tiratori sulla responsabilità civile dei magistrati e con loro non si fa niente?” Noi a Matteo Renzi apertamente diciamo apertamente che il Disegno di legge Boschi si deve modificare per portare a casa un largo consenso e si procede in modo amministrativo? Penso siano stati pessimi consiglieri che gli abbiano fatto fare questo errore”. Lo afferma il senatore Pd, Corradino Mineo, all’indomani della sua rimozione dalla commissione Affari costituzionali del Senato, dove è all’esame di ddl sulle riforme istituzionali. “La storia in cerca di visibilità è una barzelletta, c’era un dissenso esposto civilmente al quale si è risposto in modo inconsulto”. La sua è un’epurazione? “Mi pare un autogol. Il renzismo-stalinismo è un ossimoro, non si può passare con metodi staliani di questi tempi, fa ridere i polli, io non mi sento una vittima, continuerò a parlare come sempre, non mi faccio mettere la museruola da nessuno”. Nicola Morra, componente della Commissione Affari costituzionali del Senato per il M5S: “Il primo esito delle sostituzioni nel Pd e delle autosospensioni di tredici senatori è che la seduta prevista per oggi è stata rinviata. Non entro nel merito di questioni interne ad altre formazioni politiche, ma noi reputiamo che quando ci sia un dissenso con gli elettori si debba fare chiarezza, loro operano sostituzioni, ma non mi permetto di giudicare cosa accade in casa altrui”  di Manolo Lanaro