Ormai non è più un mistero: l’avvicinamento dell’Italia all’esordio contro l’Inghilterra è contraddistinto dai dubbi sulla tenuta del pacchetto difensivo, da sempre punto di forza della nazionale azzurra. Dopo Giorgio Chiellini, che qualche giorno fa aveva parlato di un’Italia con poco equilibrio difensivo, anche Andrea Barzagli lancia l’allarme a due giorni dall’esordio della Nazionale azzurra ai Mondiali di Brasile 2014 contro l’Inghilterra: “Negli ultimi tempi abbiamo preso un po’ troppi gol, dobbiamo ritrovare compattezza. Ripartiamo della difesa”. Nonostante le difficoltà, Barzagli resta fiducioso e si aggrappa al blocco Juve per sperare di andare più avanti possibile: “Il gruppo è la nostra arma principale. Ognuno si mette a disposizione, abbiamo imparato questo negli ultimi anni”. E sull’Inghilterra: “Loro sono molto bravi a fare gol di testa, dovremo stare attentissimi sulle palle ferme perché hanno diverse soluzioni e tutte molto pericolose”

Il Brasile in queste ore sta facendo parlare di sé per i disordini a San Paolo, teatro della sfida inaugurale Brasile-Croazia, e per le preoccupanti condizioni dell’Arena Amazonia di Manaus che ospiterà Inghilterra-Italia: “Sappiamo che la situazione del Brasile non è facile, ma la speranza è che non degeneri. Non è bello vedere gli incidenti attorno al Mondiale, sarebbe bello se questa Coppa potesse essere una festa. Il campo di Manaus? Eravamo informati, speriamo lavorino per renderlo decente e che comunque lo mettano a posto”.