Dopo la sconfitta senza appello di Euro 2012, questa volta Roy Hodgson non vuole commettere gli stessi errori. E ha deciso di preparare una tattica ad hoc per ingabbiare la mente della nazionale italiana, alias Andrea Pirlo. L’ex tecnico dell’Inter non rivela cosa ha in mente, ma promette sorprese. “Cosa faremo questa volta contro Pirlo? Prima di tutto, giocheremo meglio di quanto abbiamo fatto a Euro 2012, con più energie visto che è la prima partita del Mondiale”. Memore della sconfitta ai rigori agli Europei del 2012, Hodgson è conscio di quale tattica i suoi dovranno utilizzare domenica 15 a mezzanotte contro l’Italia: “Dovremmo attaccare di più. Loro si dovranno preoccupare di noi”.

Non solo. Hodgson spiega cosa non è andato nella gara incriminata. “Due anni fa Pirlo fece benissimo per la nostra fatica e perché è un grande giocatore, ma quest’anno saremo più compatti. Ci assicureremo anche che l’Italia si debba impegnare molto di più ad arginare la nostra fase offensiva. Uno dei nostri piani questa volta è di attaccare molto di più, facendo si che l’Italia si debba preoccupare di cosa facciano giocatori come Steven Gerrard o Wayne Rooney”.