Fabio Capello ci crede. E non lo manda a dire. Anche la Russia è arrivata in Brasile non solo per partecipare ma anche per vincere i Mondiali, rassegna dalla quale manca dal 2002. La nazionale di Mosca è atterrata a San Paolo con un volo partito da Mosca, salutato da circa 200 sostenitori, tra cui Roman Shirokov, il capitano che è stato costretto al forfait a causa di un infortunio al ginocchio. Il ct si è detto ottimista rispondendo alle domande dei cronisti prima della partenza per il Sudamerica.

“Ciascuno dei miei è pronto a dare il meglio di sè in Brasile, ma non azzardo pronostici perchè ogni squadra ha una chance di vincere la Coppa del mondo prima del fischio d’inizio”, ha detto Capello ai reporter che lo incalzavano all’aeroporto Cheremetievo di Mosca. La Russia è inserita nel gruppo H: esordirà il 17 giugno contro la Corea del Sud a Cuiaba, poi affronterà il Belgio il 22 al Maracanà di Rio de Janeiro e l’Algeria il 26 a Curitiba.