“Intristito, ma non stupito, basta con le procedure eccezionali”. Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando (Pd), interviene sullo scandalo corruzione intorno ai lavori del Mose di Venezia, durante l’Assemblea annuale di Confcommercio, all’Auditorio della Conciliazione a Roma. “Abbiamo le leggi: facciamole funzionare – aggiunge Orlando – bisogna rivedere il sistema delle gare, ma non è settore di mia competenza”  di Manolo Lanaro