Roberto Maroni (Lega), governatore della Lombardia, non si sbilancia sulla tangentopoli veneta legata alla realizzazione del Mose. “Le responsabilità penali sono personali” ha detto a margine di un convegno a Milano, aggiungendo poi che “è chiaro che tutto ciò non aiuta ed è brutto leggere sui giornali di vicende come quelle che stiamo leggendo”. Secondo il governatore lombardo i fatti di queste ore devono essere uno stimolo a lavorare sulla trasparenza. Parlando di Expo, Maroni ha poi puntato il dito contro il Governo: “Cantone è stato chiamato per fare le verifiche e i controlli. Benissimo, ma oggi non ha nessun potere, è incomprensibile che il Governo non ha ancora fatto il decreto”  di Alessandro Madron