La tangentopoli veneta fa tremare anche i palazzi romani. Il sindaco di Venezia Orsoni (Pd) è stato arrestato nell’inchiesta per corruzione, concussione e riciclaggio nell’ambito delle indagini sull’ex ad della Mantovani Giorgio Baita e gli appalti per il Mose. In manette 35 persone, oltre 100 gli indagati. Tra le persone arrestate anche l’assessore regionale alle Infrastrutture Chisso, il consigliere regionale del Pd Marchese, gli imprenditori Morbiolo e Meneguzzo nonché il generale in pensione Spaziante. Chiesto l’arresto anche dell’ex governatore e ministro Giancarlo Galan (Fi). Ne abbiamo parlato in diretta streaming al FattoTv con il deputato del M5S Marco da Villa, l’ingegner Vincenzo Di Tella (esperto sul Mose), Marco Zanetti (Coordinamento associazioni ambientaliste del Lido), Enrico Paoli (giornalista di Libero), David Perluigi (giornalista ilfattoquotidiano.it), Carlo Tecce (giornalista de Il Fatto Quotidiano ) e Davide Vecchi (giornalista il Fatto Quotidiano)