Alla conferenza stampa congiunta alla Camera dei Deputati di Matteo Salvini con i vertici di Forza Italia, ma disertata da Silvio Berlusconi, erano presenti anche il senatore Antonio Razzi e l’europarlamentare del Carroccio Mario Borghezio. E fra i due è subito amore. “Io quando ero candidato a Torino prendevo molti volti di persone il cui luogo di nascita era a sud”, afferma il leghista e Razzi conferma: “In città c’è una grande associazione di abruzzesi-molisani che si sono integrati”. Poi sulla consultazione per la regolamentazione della prostituzione, il Senatore azzurro dichiara: “I referendum? Io firmo tutto quello indicato dal mio Presidente, poi la proposta di legge sulle case chiuse è la mia, figurati! Glielo dato pure una copia al Segretario della Lega Matteo Renzi (In realtà Razzi intende Salvini, ndr) e se l’è studiata e dice: ‘perfetto!’ Non so come ha potuto chiamare OASI (intendendo il termine OAS per le lucciole: operatori di assistenza sessuale, ndr), perché adesso come si chiama lo spazzino, come si chiama il bidello, allora oggi c’è sempre una forma elegante, perché devi rispettare la donna e io la rispetto”  di Manolo Lanaro