E’ giusto legalizzare le droghe leggere? Dopo la decisione della Corte Costituzionale di bocciare la legge proibizionista Fini-Giovanardi, che equiparava le droghe leggere a quelle pesanti, il tema della legalizzazione torna ad essere un tema politico. Il pronunciamento della Consulta, infatti, sembrava l’occasione per discutere sulle droghe leggere, come la marijuana usata da 3,5 milioni di italiani, e magari per alleggerire la pressione sulle carceri, dove una parte del sovraffollamento è causato dalla vecchia legge. La nuova norma approvata in Parlamento, invece, si è limitata a rivedere le tabelle, ed anche l’uso terapeutico resta un miraggio a causa di burocrazia e pregiudizi. Ospiti in studio: Carlo Giovanardi, senatore del Nuovo Centrodestra e padre, assieme a Gianfranco Fini, della Fini-Giovanardi, ed il rapper Fedez. Nel corso della puntata Marco Travaglio, Vauro e Gianni Dragoni raccontano a loro modo i risultati delle elezioni europee mentre Michele Santoro introduce la puntata. Il pubblico può interagire durante la diretta utilizzando Twitter e può scegliere (utilizzando l’hashtag #stocon ed il nome della persona scelta tra i 24) il giovane che ha l’ultima parola con il politico presente in studio.

GUARDA LA PUNTATA INTEGRALE 

Santoro su incontro Grillo-Farage: “Cari M5S, non fate gli scemi”
Editoriale di apertura di Michele Santoro che si sofferma sul successo elettorale di Renzi e sul M5S, in particolare sul suo leader. “Il risultato elettorale di Renzi è un atto di fiducia del Paese in un giovane leader, ma il M5S secondo me ha ancora una grande forza per fare una opposizione vera e rilanciare una sfida importante: per fortuna Grillo non è più un comico ma un politico, quasi come gli altri. Farà come Veltroni: non si dimetterà, non andrà in Africa e resterà al servizio del Paese.”. E osserva polemicamente, a proposito delle dichiarazioni di Grillo sui pensionati: “Per lui con le nuove tecnologie sanno tutto, quindi cosa vuol dire e cosa vorrebbe dire allearsi in Europa con uno come Farage, che ce l’ha coi stranieri di colore ma anche con i giovani che arrivano in Inghilterra da tutto il mondo”. Santoro aggiunge: “I giovani sono oltre il finanziamento pubblico, l’Europa, destra e sinistra, oltre Hitler e oltre tutto anche se non sono ancora oltre Grillo. Talmente oltre che si staranno chiedendo: dove cazzo andiamo? Uno ha lo stomaco di incontrare Farage, e non ha le palle di andare a vedere se Renzi fa sul serio”. E nel finale rivolge un appello al M5S (GUARDA IL VIDEO)

Razzi: “Le canne? E io che ne so. Io sono al naturale”
Copertina di Luca Bertazzoni che tra i parlamentari sonda chi ha mai fumato una canna e chiede loro se sono favorevoli o meno alla legalizzazione delle droghe leggere. Razzi risponde: “‘Ste canne, e che cosa è? Io sono al naturale, non uso nemmeno il Viagra, per questo si vede a 66 anni come sono: mi sento come uno di 20 anni. La legge Fini-Giovanardi? E’ quella sulla liberalizzazione”. Giarrusso afferma di conoscere solo le canne da pesca, Crimi dichiara: “Io mai fatta una canna, ma sono favorevole alla legalizzazione”. Il leghista Bonanno sostiene: “Chi si fa le canne va bastonato”. Civati invece risponde: “Le canne? Mi fanno un effetto strano, ma sono per la legalizzazione. Anche se non sono molto di moda in questo periodo”. Paola Taverna dichiara: “Legalizzare? Magari. Da ragazzina ho fumato, ora visto che è illegale non si fa” (GUARDA IL VIDEO)

L’eroina di Perugia
Perugia è uno dei crocevia della droga in Italia, tanto da essersi guadagnata il soprannome poco lusinghiero di “capitale dell’eroina” e il record per morti dovute a overdose. In via Pellini, nel parco alle porte della città, c’è un vero e fortino dei tossicodipendenti mente nel centro, qualche chilometro più in là, va in scena la movida del sabato sera. A sorvegliare piazza IV novembre c’è un gruppo di pusher tunisini, che controllano il racket. “Perugia è fatta così, c’è gente che vende, pippa, si droga e nessuno li arresta”, raccontano due giovani. Il reportage di Giulia Cerino (GUARDA IL VIDEO)

Chicoria vs Giovanardi: “Lei è la causa della detenzione di un sacco di giovani”
“Lei è la causa della detenzione di un sacco di giovani. Ho spacciato droghe leggere dal 1995. Dopo la legge mi ha incentivato a fare il pusher”. E’ l’accusa che Chicoria rivolge al senatore Ncd Giovanardi, che replica: “Da quanto è stata abrogata la mia legge sono salite le pene per chi spaccia eroina e cocaina” (GUARDA IL VIDEO)

L’ex spacciatore di eroina
“Io sono favorevole alla legalizzazione, anche se vendendo droga arrotondavo” – racconta un ragazzo di Perugia che è stato in galera per 40 giorni per spaccio – “Perugia è un centro di smistamento importante. Qui sono tutti tunisini e si vende della roba che fa schifo, per questo i ragazzi ci lasciano la pelle” (GUARDA IL VIDEO)

Giovanardi: “Amanda e Sollecito erano strafatti”
Giovanardi ricorda l’omicidio di Meredith Kercher avvenuto Perugia e osserva: “Amanda e Sollecito, essendo completamente fatti, non sapevano quello che stavano facendo a Meredith” (GUARDA IL VIDEO)

Cesare: “Le nostre piazze in mano agli spacciatori”
“Le nostre piazze sono piene di bande che offrono droghe pesanti anche se le cerchi leggere”. Lo afferma Cesare, che sottolinea: “Le nostre piazze in mano alle bande che comandano in ogni città. Andare in piazza vuol dire affrontare lo spacciatore che ti propone altro rispetto a quello che cerchi creando un pericolo” (GUARDA IL VIDEO)

Amnesia: la nuova droga che si vende a Napoli
Pablo Trincia è a Napoli per raccontare il traffico di amnèsia, un tipo di marijuana che viene spruzzata con metadone, eroina e sostanze chimiche per aumentare l’effetto e provocare delle vere e proprie perdite di memoria. A orchestrane il traffico c’è la camorra: il reportage dalla notte partenopea (GUARDA IL VIDEO)

Da cosa è composta l’Amnesia
L’Amnèsia è una droga ottenuta spruzzando la marijuana con le sostanze più varie, dal metadone fino all’acido di batteria, che provoca fortissimi attacchi d’ansia e panico. “La fumo perché sapore e odore sono buoni, poi ti trovi in un altro mondo e dimentichi tutto” racconta un ragazzo dipendente dalla sostanza “e anche se guadagno solo 650 euro al mese ne spendo 60 alla settimana in amnèsia” (GUARDA IL VIDEO)

Fedez vs Giovanardi: “Hai speso soldi per riempire le galere”
“Grazie alla sua legge le persone hanno ricevuto il triplo della pena che avrebbero meritato. Sottraiamo liquidi alla criminalità organizzata per finanziare le casse dello Stato”. E’ l’accusa di Fedez a Giovanardi, che risponde citando Borsellino (commettendo un lapsus): “Borsellino sosteneva che la legalizzazione delle droghe favoriva la mafia”. Giulia Innocenzi spiega che in realtà disse che legalizzando le droghe i crimini non finirebbero (GUARDA IL VIDEO)

Giovanardi: “Cronaca nera scritta dalla droga”
Secondo l’ex ministro Giovanardi, la droga è alla base dei principali crimini in Italia: la cronaca nera è scritta dall’utilizzo di sostanze stupefacenti (GUARDA IL VIDEO)

Isabella: “Sto con Giovanardi”
Isabella si schiera con l’ex ministro: la droga è reato e l’unico modo per non finire in galera è quello di rispettare la legge (GUARDA IL VIDEO)

Stima vs Giovanardi: “Da quando lo Stato si interessa dei problemi di salute?”
Stima si scaglia contro Giovanardi e lo Stato italiano. E accusa: “Da quando lo Stato si interessa dei problemi di salute della comunità? Muoriamo con l’aria fetida che risparmiamo e il problema è una cannetta? Ai politici interessa solo arricchirsi” (GUARDA IL VIDEO)

Axos: “Gli spacciatori vendono quello che vogliono”
Secondo Axos, la droga è pericolosa perché gli spacciatori vendono quello che vogliono (GUARDA IL VIDEO)

Fedez vs Giovanardi: “Farsi le canne non fa male”
“Farsi le canne non fa male. Un bicchiere di Lambrusco è molto peggio della cannabis. La marijuana è solo una droga per vecchi”. Lo afferma Fedez che ha un vis-à-vis concitato con Giovanardi (GUARDA IL VIDEO)

Giovanardi vs Fedez: “Canna non è un bicchiere di Lambrusco”
Scontro animato tra Fedez e l’ex ministro Giovanardi sul concetto di droga leggera. Per Fedez chi fuma non deve guidare al pari di chi beve, ma l’ex ministro non apprezza il paragone (GUARDA IL VIDEO)

Mirko: “Droga? A Roma c’è una situazione paradossale”
Mirko racconta che a Roma, a San Lorenzo, in piazzetta ci sono anche i poliziotti che vedono tutto in una situazione paradossale (GUARDA IL VIDEO)

Amnesia, la droga della camorra
“La camorra usa sostanze tossiche per portarti alla dipendenza” – spiegano due ragazzi napoletani che consumano abitualmente l’amnèsia – “perché i loro chimici spruzzano varie sostanze sull’erba che ti rendono impotente”. Ma cosa c’è davvero nell’amnesia? Pablo Trincia ha comprato 5 campioni diversi di Amnesia e li ha portati ai tecnici della Guardia di Finanza per scoprirne i segreti (GUARDA IL VIDEO)

La marijuana contro la SLA
“Ho avuto per tantissimo tempo un dolore tremendo ai nervi, nessun farmaco mi aiutava” – racconta Lucia, una giovane donna pugliese affetta dalla sclerosi laterale amiotrofica – “grazie alla marijuana mi sento molto meglio, i miei movimenti sono più fluidi”. Eppure l’accesso alla cannabis per scopi terapeutici è decisamente complesso: solo 60 persone hanno ottenuto l’accesso, e così Lucia ha fondato il primo Cannabis Social Club d’Italia per favorirne la diffusione. Il racconto di Pablo Trincia (GUARDA IL VIDEO)

Travaglio: “Meno male che Matteo c’è”
Editoriale di Marco Travaglio che ironizza sul dilagante renzismo nel Pd dopo la vittoria elettorale del premier: “Siamo tutti renziani. Fate largo, non spingete, sul carro del vincitore c’è posto per tutti. Anzi no, ci vuole un cargo per raccogliere tutti i profughi. E’ l’Operazione Matteum Nostrum. I richiedenti asilo verranno accampati sotto Palazzo Chigi, con tende e bagni chimici, in attesa di essere smistati, ministeri, enti pubblici, banche, Rai e municipalizzate. Ma in qualche angolo d’Italia, il 45% non ha votato, ha annullato la scheda o l’ha lasciata in bianco”. Il condirettore de Il Fatto Quotidiano si sofferma su Stefano Fassina, che in passato, per offenderlo, lo aveva bollato come “renziano”. E sottolinea: “Nel Pd sono tutti renziani, e dire che 2 anni fa erano tutti bersaniani tranne Renzi. Domenica notte, miracolo! Fassina esalta “Renzi valore aggiunto””. Ma non c’è solo Fassina: “I giornaloni che appoggiavano Monti che ci salvava da Berlusconi, poi Letta che ci salvava da Monti, ora applaudono Renzi che ci salva da Letta, Monti e Berlusconi, ma con l’appoggio di Letta, Monti e Berlusconi. La stampa di destra è ancor più felice di quando vinceva Berlusconi. Ad esempio” – continua – “Il Tempo titola: “Renzi il Conquistatore”. Il Giornale invece: “Asfaltato Grillo”. Ferrara si fa una pista di coca per la gioia. Leccando Renzi, è come se leccasse anche Berlusconi, facendo però riposare la sua lingua. Come dice il proverbio: la lingua batte dove Renzi vuole” (GUARDA IL VIDEO)

Dragoni: “In Italia il Pil si calcola considerando il valore delle attività illegali”
“C’è una grande novità. Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione europea, calcolerà il traffico di droga, la prostituzione e il contrabbando (di sigarette o di alcol) nel PIL dei paesi membri. In Italia il Pil si calcola considerando il valore delle attività illegali. Ma quanto valgono?” L’editoriale di Gianni Dragoni (GUARDA IL VIDEO)

La storia di Pierluigi, morto di eroina
Questa è la storia di Pierluigi e di mamma Gabriella. Pierluigi è morto per overdose nel 2005 a soli 22 anni: la famiglia ha dovuto abbandonare Villa Pitignano per le dicerie della gente. Oggi è un paese fantasma, dove le attività hanno abbandonato il centro e tanti giovani continuano a rifugiarsi nella droga. Eppure nessuno parla, tutti si trincerano dietro a un muro di omertà: “Non le ho mai viste queste cose” raccontano al bar della piazza. Ma la signora Adua, incontrata per le vie del paese rivela: “Anche mio figlio è morto di overdose”. Il racconto di Giulia Cerino (GUARDA IL VIDEO)

Fedez: “Giovanardì ha l’onestà intellettuale della pubblicità per l’allungamento del pene”
Giovanardi sostiene: “Il tossicodipendente è un malato da aiutare. Lo spacciatore è da considerare un criminale”. Fedez ironizza: “Giovanardì ha l’onesta intellettuale della pubblicità per l’allungamento del pene”. Il senatore ribatte: “Non ne ho bisogno” (GUARDA IL VIDEO)

Grillo nel 1997 contro la legge Fini-Giovanardi
Beppe Grillo e la canapa: un estratto da uno spettacolo del 1997 dell’attuale leader del M5S. “Giovanardi è l’uomo che ha portato indietro il Paese di 30 anni. Hanno criminalizzato una pianta che faceva concorrenza al petrolio e rischiava di mettere in crisi l’industria dell’auto”. Poi scherza: “La gente beve, eppure mica abbiamo messo fuori legge la vigna” (GUARDA IL VIDEO)

Cecilia: “Anche gli operai pippano”
Secondo Cecilia, la droga è un problema culturale. E osserva: “Non ci rendiamo conto che le droghe sono utilizzate a tutti i livelli: gli operai extracomunitari che vanno a lavorare nei cantieri pippano” (GUARDA IL VIDEO)

Filippo: “La droga fa schifo”
Filippo afferma: “La società deve respingere la droga. E Giovanardi ha un problema di comunicazione con la gente. Chi usa cocaina non può essere sullo stesso livello di chi fuma saltuariamente” (GUARDA IL VIDEO)

Giovanardi: “A livello scientifico non esistono droghe leggere”
“La cannabis con i principi attivi di oggi ha gli stessi effetti micidiali delle droghe pesanti: io mi attengo alle scienza”. Lo afferma Giovanardi rispondendo a Fedez, secondo cui la marijuana viene usata anche per altri scopi, decisamente legali: “Ormai a definire marijuana ‘droga’ sono rimasti solo gli acquirenti di adesivo per dentiere come Giovanardi” (GUARDA IL VIDEO)

Yassine vs Fedez: “Cattivo esempio”. La replica: “Proibizionismo non paga”
Per Yassine lo Stato ucciderebbe, legalizzando, i suoi figli: gli interessi economici sono al di sopra di tutto. E aggiunge: “Se venisse legalizzata la marijuana i giovani vorrebbero sempre trasgredire”.. Gli risponde Fedez: “o non sono un esempio, sono un artista, scrivo canzoni. Giovanardi dovrebbe dare l’esempio, è pagato per questo. E ha scritto una legge incostituzionale”. Poi aggiunge: “Il proibizionismo non funziona, la storia ce lo ha insegnato. Bisogna istruire le persone, non parlate in maniera ideologica” (GUARDA IL VIDEO)

Vittoria: “Il vero problema è informare”
Secondo Vittoria, nel momento in cui c’è una struttura politica, scolastica e famigliare che spiega gli effetti dell’uso di droghe allora le persone saranno in grado di scegliere. Le risponde Giovanardi: “Gli ordinamenti ci sono” (GUARDA IL VIDEO)

Il pusher online: così si comprano le droghe a domicilio
Ethylphenidato, piramidine, benzodiazepine e catinoni: ci sono moltissime droghe sintetiche che formalmente non figurano nella lista delle sostanze proibite dal Ministero della Salute e oggi possono essere acquistate tranquillamente online, con consegna anonima a domicilio. Un ex tossicodipendente racconta: “Ho 28 anni, lavoro in banca e ne ho fatto uso per molto tempo: ti danno euforia e appetito sessuale, ma l’effetto positivo dura solo due ore, il down quattro. Poi un giorno avevo una crosta dentro il naso, e quando ho provato a rimuoverla ho trovato le cartilagini forate” (GUARDA IL VIDEO)

Mirko: “Incentivare le cure alternative”
Per Mirko se le persone utilizzano la canapa per curarsi o per alleviare il dolore ben venga, l’importante è che la gente capisca che non è un divertimento (GUARDA IL VIDEO)

Andrea vs Giovanardi: “Se si usa per scopo terapeutico, tanto male non fa”
Per Andrea il paragone è semplice: l’alcool si può comprare al supermercato, perché la cannabis no? E osserva: “Se si usa per scopo terapeutico, evidentemente tanto male non fa”. Gli Giovanardi ribatte che il ragionamento deve essere equilibrato (GUARDA IL VIDEO)

Elisa vs Giovanardi: “Suo figlio si farà un sacco di canne”
Elisa si scaglia contro l’ex ministro Giovanardi: “Non ho mai usato droghe, ma è meglio che venga legalizzata per evitare che 15enni finanzino la malavita. Suo figlio si farà un sacco di canne” (GUARDA IL VIDEO)

Cecilia vs Giovanardi: “Proibire? Inutile, la mafia è più veloce dello Stato”
Cecilia definisce bigotto l’elettorato di Giovanardi: si parla di cannabis, ma gira di tutto come md, mdma, cocaina, droghe sintetiche (GUARDA IL VIDEO)

Silvia: “In Olanda la legalizzazione delle droghe sta fallendo”
“Non si può dire che la canne non fanno male” – accusa Silvia – “Il 70% degli utilizzatori delle droghe pesanti passa all’uso delle droghe leggere. In Olanda stanno pensando di tornare indietro. Come mai?” (GUARDA IL VIDEO)

Fedez vs Giovanardi: “Serve un referendum sulla maria”
“Un consumo modesto di alcol fa bene alla salute, lo dice qualunque medico. L’abuso fa male. L’uso della cannabis fa male”. Lo afferma Giovanardi, a cui replica Fedez: “Dire che le droghe leggere fanno da apripista è come dire che un bambino che tiene in mano una pistola finta ha più possibilità di diventare brigatista. Facciamo un referendum” (GUARDA IL VIDEO)

Larry vs Niccolò: “Hanno giocato sull’ignoranza della gente”
“Hanno giocato sull’ignoranza della gente per vietare la canapa”. Lo afferma Larry che racconta l’aneddoto di una famiglia americana che si alimenta esclusivamente di canapa. Si scontra con Niccolò che non la pensa allo stesso modo (GUARDA IL VIDEO)

Fedez vs Giovanardi: “Fa propaganda e dice false verità”
Susanna dichiara di non voler pagare gli eccessi degli altri, sia per quanto riguarda il fumo, sia per la cannabis, ma Fedez replica: “Allora non curiamo neanche chi vive nelle case d’amianto”. E aggiunge: “Sono stupito dal bigottismo di alcuni giovani presenti in studio”. Stigmatizza poi la “propaganda” di Giovanardi, che dice “false verità”. Ribatte il rapper: “Razzi avrebbe scritto un libro di grammatica meglio di come lei ha scritto la sua legge”. L’ex ministro replica la sua legge non ha mandato in galera nessun consumatore di droga, ma solo spacciatori (GUARDA IL VIDEO)

Fedez vs Giovanardi su caso Cucchi: “Dice cazzate”
Fedez menziona il caso Cucchi, sul quale Giovanardi afferma: “Ho sempre detto che i medici hanno lasciato morire un malato, fragile, tossico. La sentenza ha detto che non è stato picchiato”. Fedez ribatte: “Cucchi morto disidratato? Giovanardi, io stasera muoio disidratato per le cazzate che dice lei” (GUARDA IL VIDEO)

Fedez: “Giovanardi dovrebbe pagare l’Imu sul Parlamento”
“Invece di equiparare droghe leggere a droghe pesanti equipariamo gli stipendi leggeri della gente agli stipendi pesanti dei politici”. Sono le parole di Fedez, che aggiunge: “Giovanardi dovrebbe pagare l’Imu sul Parlamento”. “La volete buttare in caciara”, sbotta l’ex ministro (GUARDA IL VIDEO)

Chicoria vs Giovanardi: “Nessuno deve subire quello ho passato io”
Per Chicoria qualcuno la droga le deve vendere: “Nessun giovane italiano deve subire quello che ho subito io. Qualcuno deve venderla la droga… con la sua legge vanno dentro come pusher”. Giovanardi ribatte: “Pasturando il consumo di cannabis si favorisce la vendita di droghe peggiori” (GUARDA IL VIDEO)

La settimana post-elettorale di Vauro. E l’omaggio a Rocchelli
La settimana post- tornata elettorale raccontata dalle vignette satiriche di Vauro, che nel finale rende un commosso tributo ad Andy Rocchelli, il giovane fotoreporter pavese ucciso sabato scorso a Sloviansk, in Ucraina (GUARDA IL VIDEO)