E’ indubbio che dire ‘oltre Hitler’ anche ironicamente si presta a qualsiasi tipo di interpretazione. Non si dice ‘oltre Hitler’. E’ molto semplice“. Così Peter Gomez replica ad Alfredo Ronzino, candidato M5S alle elezioni europee non eletto, che contesta alla stampa la demonizzazione delle parole di Grillo e in particolare della battuta su Hitler pronunciata durante la campagna elettorale. “Se davvero la stampa italiana, e non tutta peraltro, è nelle condizioni in cui dice Ronzino” – continua il direttore de ilfattoquotidiano.it – “l’abilità di chi fa campagna elettorale è tenerne conto“. Gomez riconosce che i parlamentari pentastellati siano maturati e osserva: “Il M5S ha imparato a fare opposizione, migliorando persino l’operato del Pd. Nei prossimi mesi il compito del movimento e di qualunque altra forza di opposizione nei confronti di Renzi è questo: misurare, se esisterà, lo spread tra le cose che sono state dette e le cose che verranno fatte. E questa opposizione dovrà essere fatta con pacatezza, dando impressione di serietà e al contempo in maniera implacabile e intransigente“. E aggiunge: “E’ difficile pensare Beppe Grillo, anche per questioni anagrafiche, impegnato nella campagna elettorale del 2018. E’ importante che il movimento, se davvero vuole contendere alle prossime elezioni la guida del Paese al Pd e agli altri partiti, dimostri di poter presentare persone oneste, credibili, che fanno quello che dicono”