“La causa prevalente della nostra flessione è un sistema d’informazione che non informa i cittadini”. Lo sostiene il senatore del M5s, Alberto Airola. Dalla dichiarazione del parlamentare pentastellato in piazza Monte Citorio nasce un battibecco con i giornalisti di Sky e Rainews. “Non sto dando la colpa agli altri, faccio autocritica, ma questo sistema porta l’Italia al settantatreesimo posto per libertà d’informazione. Lo dice anche Agcom che Renzi è stato sovraesposto: ogni volta che si accendeva la televisione, c’era lui che prometteva ottanta euro agli italiani. Abbiamo o non abbiamo una tv pubblica che da trent’anni è lottizzata? Vi saluto”  di Mauro Episcopo e Tommaso Rodano