Silvio Berlusconi non potrà recarsi al seggio a votare e dalle 23 di ieri sera fino alle 6 di domani mattina sarà anche obbligato a restare dentro casa ad Arcore. “Se non mi faccio trovare a casa entro le 23”, ha più volte detto in campagna elettorale, “vengono a prendermi i carabinieri e mi portano a San Vittore”. Comunque questo non gli ha impedito di violare il silenzio elettorale quando, ieri mattina uscendo dall’Istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone ha detto ai nostri microfoni: “ Pericolo da sinistra e dal Movimento 5 Stelle. A non disertare le urne c’è, quindi, la figlia Marina che si è recata al seggio, in via della Spiga a Milano, accompagnata dal marito