Attivisti e simpatizzanti a cinque stelle arrivati nella piazza milanese non hanno dubbi: le elezioni europee le vincerà il MoVimento, che poi vuol dire prendere almeno un voto in più del Pd. Per fare cosa? Per incidere sull’agenda europea con i famosi sette punti del programma, ma soprattutto per chiedere lo scioglimento delle camere e le elezioni anticipate in Italia. Coerenza, onestà, lotta ai privilegi e ostilità a lobby d’affari e conflitti d’interesse sono le bandiere di sempre. La novità di quest’anno è che a tirar la volata ai candidati non c’è solo Beppe Grillo, ma i vari eletti nelle istituzioni che nei mesi scorsi hanno imparato a muoversi con una certa disinvoltura in tv e sui palchi. Dopo il vox nella piazza del Pd a Bergamo, “Uomo da marciapiede” è andato a sondare l’atmosfera pre-elettorale al comizio del M5S in piazza Duomo a Milano, penultima tappa del tour di Grillo prima del gran finale di questa sera in piazza san Giovanni a Roma  di Piero Ricca, riprese Ricky Farina

Ecco, invece, cosa pensa l’elettorato del Pd del M5S: il vox nella piazza bergamasca di Renzi (video)