“Non accettiamo lezioni di legalità da chi, come Grillo, dice che la mafia non esiste”. Esordisce così il premier e segretario del Pd, Matteo Renzi, dal palco di Prato, penultimo comizio in vista della chiusura della campagna elettorale di Firenze. Renzi non fa sconti al Movimento 5 Stelle: “In Parlamento si sono messi insieme a Brunetta per fare ostruzionismo, perché il Movimento non è interessato a cambiare le cose“. Renzi, poi, rivolge un complimento inaspettato ai sindacati: “Tanto di cappello quando si occupano dei posti di lavoro”  di Max Brod