Nel primo quadrimestre 2014, il totale delle entrate dell’Inps ha registrato un aumento dell’8,95% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, passando dai 109,4 miliardi di euro del 2013 ai 119,1 miliardi di euro di quest’anno. Lo comunica l’Istituto nazionale di previdenza precisando che l’incremento deriva da maggiori trasferimenti e anticipazioni da parte dello Stato (9,7 miliardi in più rispetto allo stesso periodo del 2013).

Gli incassi da aziende private sono invece stati pari a 34,9 miliardi di euro, con un aumento di circa 250 milioni di euro rispetto all’anno precedente (+0,69%). In diminuzione, invece, se confrontati con lo stesso periodo dello scorso anno, gli incassi contributivi della gestione dei dipendenti pubblici, passati da 19,6 miliardi di euro nello scorso anno a 19,3 miliardi nel 2014 (-1,33%). Per quanto riguarda le uscite, nei primi quattro mesi del 2014 si registra una lieve diminuzione (-0,16%) rispetto al medesimo periodo del 2013 (-158 milioni di euro).