Volge al termine una campagna elettorale nervosa, a tratti cattiva, ripiegata sull’Italia, incentrata sulle figure dei leader, con frequenti attacchi personali e l’ipoteca di un’elevata astensione. Sembra quasi una corsa a due fra Matteo Renzi e Beppe Grillo, i quali tra piazze, rete e tv non risparmiano le ultime energie alla rincorsa degli indecisi. Per sondare gli umori della basa del Pd siamo andati al comizio di Renzi a Bergamo, dove domenica si vota anche per il sindaco, registrando fiducia nella vittoria ed entusiasmo per il leader, ma anche una forte ostilità nei confronti di Grillo e dei suo movimento. Una diffidenza ricambiata. Sembrano due comunità politiche culturalmente incompatibili, che si guardano in cagnesco, che si disprezzano reciprocamente. Non sarà facile rimarginare questa spaccatura. Per sentire l’altra campana, il prossimo appuntamento con questo speciale elettorale di “Uomo da marciapiede” sarà giovedì in piazza Duomo a Milano, per il comizio di Grillo  di Piero Ricca, riprese Ricky Farina
Ecco, invece, cosa pensa l’elettorato del M5S del Pd: il vox nella piazza milanese di Grillo (video)