Sono indignato. Ma come fa un giornalista preparato come Gian Antonio Stella a fare un articolo sul Corriere della Sera ad un losco personaggio che purtroppo si presenterà alle Europee dicendo che “a causa di Stamina mi voteranno in tanti”? Il messaggio comunicativo dei media continua per Vannoni. Chi c’è dietro? Vannoni è lo squallido esempio di come si riesca a sfruttare la malattia altrui, peggio se riguarda piccoli cittadini, e di come le istituzioni a qualunque livello non riescano a fermarlo. Solo i magistrati.

Ricordo che in regione Lombardia l’assessore Mantovani ha fatto appello nei giorni scorsi affinché alcuni medici ripartissero con le infusioni! Ancor più indignato a leggere nell’articolo che i grillini si sono “perfettamente allineati con gli interessi lobbistici delle case farmaceutiche… dicevano di essere dalla parte nostra e delle cure compassionevoli, poi hanno presentato emendamenti tutti contro di noi. Sono convinto abbiano ricevuto pressioni. E quindi si siano allineati“. Perché in fondo io ho aperto gli occhi a persone comunque che ascoltano e si preparano. Vannoni non può essere nemmeno lontanamente paragonato a persone che hanno sani principi costituzionali e di lealtà istituzionale come gli appartenenti al Movimento 5 Stelle. Mandiamo persone oneste in Europa, non cialtroni indagati.

Prendiamo ad esempio la candidatura alle Europee con il Movimento 5 Stelle della dottoressa Grazia Mennella che è stata licenziata nei giorni scorsi dall’ospedale di Lecco perché ha difeso gli interessi dei pazienti. Da anni la radiologa Mennella si batte per rendere applicative direttive europee a tutela di pazienti e sanitari, ampiamente disattese sul territorio nazionale, che riguardano l’orario incontrollato del lavoro dei medici che aumenta il rischio di errore. Le direttive europee vengono generalmente applicate negli altri stati membri mentre l’Italia e la Spagna hanno il maggior numero di casi di infrazione aperti.

Quelli che riguardano la sanità devono venire prima di tutto per il bene comune. #iostoconmennella perché credo che occorra essere esclusivamente dalla parte dei cittadini, senza interessi, per porre #ilpazientealcentro. Non facciamoci più imbrogliare da politici vecchi e nuovi, riportiamo la politica in mano ai cittadini che hanno deciso di metterci la faccia: cambiamo l’Europa per cambiare l’Italia.