Come difendersi da imbrogli e raggiri nel Paese dei Cachi. Parte questa sera, inaugurato da un concerto a ingresso gratuito di Elio e le Storie Tese di fianco alla cattedrale di Ferrara, in piazza Trento e Trieste, la seconda edizione del Festival di Altroconsumo. Dopo l’esordio del 2013, con oltre 15mila persone che hanno invaso la cittadina emiliana per la tre giorni del consumo consapevole, quest’anno l’associazione per la tutela del consumatore punta sul tema portante degli agli inganni che vengono continuamente tesi al compratore: come evitare di farsi raggirare e come rimediare se si è caduti in trappola.

A cadere in trappola è facile, abbagliati dalle classiche food tales, le favole sul cibo che vengono raccontate per promuovere i prodotti gastronomici, dalle incredibili offerte – tutto fuorché vantaggiose – per l’acquisto del detersivo, del cosmetico, dello smartphone e del tablet. I rimedi contro i nuovi “persuasori occulti” verranno illustrati sabato 17 e domenica 18 attraverso eventi formativi, allestimenti, degustazioni, prove pratiche, incontri, consulenze, spettacoli e libri.

Tutto sotto la lente della “coscienza critica”, come la definisce l’organizzatrice Rossana Massarenti. “Lo scopo del festival – continua la Massarenti – è dare a tutti i cittadini un’informazione trasparente e vicina alle scelte di tutti i giorni, dai temi più ‘alti’ a quelli che si affrontano nella vita quotidiana. Essere informati su ciò che si consuma contribuisce a creare cittadini attivi e meno vulnerabili agli inganni della comunicazione”. Proprio le strategie di marketing saranno tra i temi portanti del festival: “La pubblicità – continua la responsabile di Altroconsumo – diventa sempre più efficace: meno esplicita ma più raffinata, incentrata più sulle emozioni che sulla razionalità”. Un discorso che si presta anche per il tema della salute e della scienza (inevitabile il riferimento al caso Stamina), che avrà come protagonista nella giornata conclusiva, domenica 18 maggio, la senatrice a vita Elena Cattaneo.

Gli appuntamenti ruoteranno intorno a tre luoghi del centro storico di Ferrara: piazza del Municipio, il Chiostro di San Paolo e il Mercato Coperto. All’interno di quest’ultimo si susseguiranno prove pratiche su acqua e detersivi, giochi rivolti a grandi e bambini, per scoprire come usare in modo intelligente il frigorifero o come comporre un menù nutrizionalmente corretto, test-assaggio su biscotti, grana e parmigiano, incontri sui farmaci e i cosmetici. Tra le location del Festival, da segnalare anche il Castello Estense. Nel cortile della fortezza si potrà partecipare alle degustazioni dei Narratori del Gusto con “Quando il cibo parla” (sabato, 14.30), mentre negli Imbarcaderi sarà allestita un’originale mostra-percorso, dove prestigiatori e animatori mostreranno le astuzie e i trucchi che possono ingannare la mente e sviare la percezione del consumatore.