Il giornalista del Corriere della Sera ospite della tavola rotonda “Milano, su la testa” a cui sono intervenuti l’ex magistrato di Mani pulite Gherardo Colombo, i giornalisti Gad LernerCurzio Maltese e il sindaco di Milano Giuliano Pisapia. Tutti hanno concordato che per Milano è l’ora del riscatto, “anche per evitare che la città che si appresta ad ospitare Expo – ha detto Sergio Rizzo – continui ad essere individuata come la città delle mazzette”. Duro il giornalista di Repubblica e candidato alle Europee con la lista Tsipras Maltese: “La nuova Tangentopoli targata Expo è molto peggio di quella di vent’anni fa. Allora lo si faceva per la politica, oggi siamo vittime di queste bande di corrotti che si arricchiscono a spese delle tasche degli italiani” di Fabio Abati