“Non ritengo debba offendermi per le parole di Silvio Berlusconi“. Risponde così Amedeo Matacena, l’ex deputato di Forza Italia e latitante a Dubai a seguito della condanna definitiva a 5 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa, collegato via Skype, nei cui confronti è stato emesso un mandato di cattura dal gip di Reggio Calabria. “Ritengo umanamente possibile che – spiega Matacena – Berlusconi non si ricordi di me, ma eravamo insieme nella nave della Grimaldi per la campagna elettorale di Forza Italia. Ho conosciuto anche la signora Rosa (la madre di Berlusconi, ndr). Non sono latitante come dicono i magistrati -aggiunge – ma sono in attesa del procedimento di estradizione. Sono stato trattato peggio di Bettino Craxi. Se vedessi Scajola – conclude Matacena – lo abbraccerei”  di Lucio Musolino