“Una protesi dentiaria di qualità non può costare meno di 1.500 euro al pubblico. Dal punto di vista clinico richiede minimo 6 ore di lavoro, non sottovalutando il lavoro dell’odontotecnico. Sono dei costi che – rapportati al numero degli italiani che ne hanno diritto – non sono assolutamente indifferenti. Non è quindi fattibile pensare che con 300/400 euro si costruisca una dentiera di qualità”. Il presidente dell’Accademia Italiana Odontoiatria Protesica (Aiop), Leonello Biscaro, contattato telefonicamente da ilfattoquotidiano.it non si dice d’accordo con l’idea di Silvio Berlusconi (FI) di trasferire allo Stato le spese delle protesi dentarie. “La sanità – spiega – oggi ha altre priorità che non sono quelle di dare i denti gratis a tutti e la struttura odontoiatrica pubblica attuale non consente assolutamente di fornire questo servizio. E’ una cosa di stampo elettoralistico. Francamente è un ‘pour parler’, un discorso da bar”. Per quanto riguarda gli esperti volontari di cui ha parlato il leader di Forza Italia, per Biscaro “il volontariato deve essere privo di carattere politico”. “Non credo – aggiunge – che ci siano tutte queste persone disposte a lavorare gratis. Per fare che cosa? E poi dove?”  di Paola Mentuccia