Sergio Cattozzo, intermediario genovese e segretario regionale ligure dell’Udc, è tra i principali accusatori del ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Maurizio Lupi, nell’inchiesta sulla cricca degli appalti Expo. Lupi non è indagato, ma viene citato 33 volte nelle intercettazioni delle sette persone arrestate quattro giorni fa, tra cui c’è appunto Catozzo, ripreso dagli inquirenti mentre scambia una bustarella da 15mila euro con l’imprenditore Enrico Maltauro e che Lupi ribattezza “Vito Catozzo“, citando la guardia giurata interpretata da Giorgio Faletti. Catozzo ha paragonato lo stile di vita di Lupi a quello di un altro esponente di Cl, Roberto Formigoni  tutto “ostriche e hotel di lusso” e per dimostrare la sua integrità, dice: “Lo inviterò ad Alghero, nel ristorante dove vado sempre che si chiama Da Domenico”. E ancora: “Io rappresentante delle Coop bianche? Roba dell’altro mondo” di Franz Baraggino e Francesca Martelli