“Il vuoto della sinistra è stato colmato dai populismi e questo mi preoccupa sia per il futuro dell’Italia che dell’Europa”. Afferma Nichi Vendola, leader Sel, durante la presentazione del libro ‘A sinistra un futuro possibile’ che si è tenuta alla Camera dei deputati. Una raccolta di interviste curata dai giornalisti Stefano Corradino e Giorgio Santelli a personaggi della sinistra italiana come Stefano Rodotà, Maurizio Landini, Moni Ovadia, Dacia Maraini, Pippo Civati, Nichi Vendola e tanti altri. “Renzi e Grillo sono due facce della stessa medaglia, dominano gli slogan, gli insulti, tutto ciò mi fa paura, è difficile proporre in questo clima un offerta politica pacata e riflessiva su un’Europa sociale come quella rappresentata dalla lista Tsipras” aggiunge il leader di Sel. Nessuna autocritica da parte di Vendola sulla strategia di comunicazione utilizzata in questi mesi dalla lista. “I media hanno ignorato la nostra proposta, tranne nei casi in cui si poteva giocare meschinamente su una foto pubblicata su facebook o sui litigi interni tra intellettuali” è la sua accusa. Al dibattito partecipa anche il deputato democratico Pippo Civati: “Non ho intenzione di fondare un nuovo partito al momento, però se il Pd perde totalmente la sua natura di partito plurale dovrò trarne le conseguenze”  di Irene Buscemi