Colorata, allegra, affascinante e gioviale: difficile trovare un italiano che non ami la Spagna. E per quelli che tra l’8 e il 18 maggio fossero interessati a tuffarsi nella cultura spagnola, senza dover viaggiare in terra iberica, Milano ospiterà un’iniziativa unica, dedicata a chi ama la terra di Federico Garcia Lorca: obiettivo promuovere la cultura, l’arte e le usanze della penisola iberica. La kermesse si chiama semplicemente La Spagna a Milano, organizzata dall‘Ente Spagnolo per il Turismo in collaborazione con l’Instituto Cervantes (l’istituzione dedita alla promozione della cultura nazionale spagnola) con il patrocinio del Comune di Milano.

Di cosa si tratta? Di un percorso che si diramerà tra i luoghi e le sedi più importanti e significative di Milano, dove saranno ospitati punti dedicati alla tradizione culinaria e gastronomica spagnola: un ottimo “aperitivo” in vista di Expo 2015. Durante i giorni de La Spagna a Milano in piazza Cordusio ci sarà un punto informativo che permetterà al pubblico di avere informazioni sulle novità delle regioni e delle città spagnole avendo occasione di gustare le proposte culinarie locali spagnole. Ma ecco, nel dettaglio, cosa sarà organizzato per La Spagna a Milano.

Si inizia dal nuovo mega-store Eataly, nei pressi di Porta Garibaldi, dove in collaborazione con Saborea España i partecipanti potranno seguire i corsi di cucina tenuti dagli chef Luis Veira e Antonio González: nella stessa location il 16 maggio il ristorante gourmet Alice ospiterà lo chef Pedro Larumbe che insieme a Viviana Varese (titolare del locale) realizzerà un menù italo-spagnolo.

Altro appuntamento della kermesse sarà a pochi passi dalla Madunina, in piazza dei Mercanti, dove gli interessati saranno coinvolti nei passi del flamenco andaluso e nello spettacolo del Food Painting della città di Logroño (pittori che dipingono utilizzando prodotti del territorio). Anche i bambini saranno protagonisti dell’evento grazie a un laboratorio creativo dedicato ai più piccoli che avrà come obiettivo la realizzazione di una vera opera d’arte che potrà essere mangiata.

Per gli amanti della filmografia iberica, sarà imperdibile la prima edizione del Festival del Cinema Spagnolo che avrà come tre punti di proiezione il cinema Apollo, il Palestrina e il Beltrade: saranno infatti proiettate le migliori pellicole iberiche della stagione. Agli amanti del basket (in spagnolo, baloncesto) è invece dedicata una mostra itinerante sulla storia della pallacanestro realizzata dalla Federazione Spagnola in occasione del Campionato Mondiale di Pallacanestro che avrà luogo in Spagna proprio quest’anno: la curiosità è che la mostra sarà ospitata in un grande camion parcheggiato in Piazza Duomo dal 16 al 18 maggio. Insomma, la scelta è varia proprio come le suggestioni spagnole.

www.puntarellarossa.it