Duecento ragazzi in abito da sera hanno preso d’assalto la sede di Forza Italia a Roma per l’inaugurazione di Azzurra Libertà, “realtà giovanile del partito che mira a coinvolgere i giovani – spiega Andrea Zappacosta, insieme al fratello Luca fondatore del movimento – Per questo ci impegneremo anche in azioni concrete come aiutare gli anziani”. Quelli che erano stati definiti “falchetti” si ritagliano quindi uno spazio nel partito anche sgomitando con l’altra componente giovanile: la Giovane Italia: “Noi non abbiamo mai attaccato – si difendono – da parte nostra non c’è alcun attrito”. Fra gli invitati, quasi tutti under 25, nessuno ha voglia di parlare con i giornalisti, tutti evitano accuratamente le telecamere. “Non abbiamo dato un ordine di non rilasciare interviste – spiega Luca Zappacosta -, ma l’altra volta sono stati ridicolizzati e forse oggi non se la sentono”  di Annalisa Ausilio