Un saluto veloce al segretario generale quello di Pier Luigi Bersani, che giovedì mattina ha fatto tappa a Rimini, alla giornata conclusiva del congresso della Cgil, prima di ripartire per gli appuntamenti della campagna elettorale. “La gente non ama vedere battibecchi tra protagonisti”, ha detto parlando degli scontri di questi giorni tra l’esecutivo e i sindacati. “Su un tema come quello del lavoro – ha aggiunto – l’ultima parola tocca ovviamente a Governo e Parlamento, ma qualche buona idea può venire anche dagli interlocutori”. Mentre nel commentare l’ assenza del segretario Pd al congresso della Cgil, Bersani ha lanciato una stoccata a Matteo Renzi, ricordando come lui sia “sempre andato ai congressi di Confindustria, degli artigiani, dei commercianti, anche quando erano tumultuosi”. Perché, ha concluso, “bisogna ascoltarsi un po’ di più: il Paese non ha bisogno di guerre per sbaglio”  di Giulia Zaccariello